Termocoperte: cosa sapere prima dell’acquisto

Con l’arrivo della cattiva stagione nulla è più piacevole che provare il tepore del letto già caldo. Trovare le coperte già calde quando ci corichiamo ci aiuta a conciliare il riposo e a sentirci meglio in generale. Una soluzione perfetta a tale scopo è acquistare una termocoperta o uno scaldaletto.
Ma come scegliere il prodotto migliore e più sicuro?In questo articolo cerchiamo di capire le prerogative di questi prodotti.

Termocoperte: come funzionano?

Nei negozi ed online è possibile trovare diverse tipologie di coperte riscaldanti, è importante saper scegliere il prodotto giusto e soprattutto sicuro.
Il meccanismo che fa funzionare queste coperte è davvero molto semplice: una volta inserita la spina nella presa della corrente, questa inizierà a riscaldarsi; il livello di calore è regolabile – solo in alcuni modelli – grazie ad un comodo telecomando.
Fra i tanti modelli disponibili troviamo ad esempio gli scaldaletto impermeabili, dotati di un lato in lana ed uno di cotone, disponibili per letti singoli, matrimoniali e anche da una piazza e mezza.
Nel mercato sono disponibili anche modelli più piccoli, ideali per le serate da trascorrere sul divano davanti ad un buon film.

Scaldasonno e sicurezza

Al fine di evitare un eccessivo riscaldamento della nostra termocoperta e scongiurare quindi possibili incendi, generalmente quasi tutte le termocoperte sono dotate di sensori che le spengono automaticamente dopo circa 30 minuti dall’accensione.
In linea generale è preferibile scegliere un modello impermeabile: potrebbe infatti accadere di addormentarci con una tazza di thè caldo mentre riposiamo nella nostra coperta elettrica, rovesciarlo e creare così uno spiacevole imprevisto.

Termocoperte e scaldaletto: trova le differenze

Nonostante il funzionamento sia assai simile, la differenza tra scaldaletto e termocoperta è sostanzialmente una sola.
La termocoperta funge da coperta con funzione riscaldante: basta metterla sopra il lenzuolo ed accenderla.
Lo scaldaletto si posiziona invece sopra il materasso, sotto il lenzuolo, quindi ci scalda il dorso. Lo scaldaletto risulta decisamente più efficiente: ci permette di godere appieno di tutto il calore emesso, che viene erogato dal basso verso l’alto, contenendo peraltro le dispersioni di calore.

A cosa fare attenzione durante l’acquisto:

Prima di procedere con l’acquisto di uno di questi prodotti è importante scegliere il modello idoneo alla misura del nostro materasso.
È molto importante controllare anche la lunghezza del cavo di alimentazione: non disporre di un presa elettrica vicino al comodino potrebbe rappresentare un vero problema.
Infine facciamo sempre attenzione anche al marchio CE sul prodotto che scegliamo: la presenza di questo marchio ci assicura che il prodotto sia conforme alle leggi vigenti in termini di sicurezza.